Robot cocinero

¿Los robots reemplazarán a la mitad de los trabajadores japoneses?

Según los analistas de la Instituto de Investigación Nomura (NRI), liderado por Profesor Yumi Wakao, entro i prossimi vent’anni circa metà dei lavoratori giapponesi potrebbero essere reemplazado por robots.

NRI

Trabajando estrechamente con Profesor Michael Osborne de la Universidad de Oxford, che in passato si è interrogato sulla medesima questione sia per quanto riguarda gli Stati Uniti che l’Inghilterra, il gruppo di ricercatori al Nomura Research Institute ha cuidadosamente examinado más de seiscientos puestos de trabajo e, citando direttamente le parole del professor Wakao, “Hasta 49% de trabajos realizados actualmente por seres humanos. potrebbero in futuro essere rimpiazzati da dei sistemi automatici.”

Il gruppo ha analizzato, basandosi sul grado di creatività richiesto, in che modo ogni posizione lavorativa potesse essere automatizzata. Lavori come Servicio al cliente, paquetería o mano de obra agrícola. risulterebbero quindi particolarmente suscettibili ad una futura computerizzazione, mentre può dormire sogni tranquilli che recita, canta, scrive o insegna.

Robot de fabrica

I risultati mostrati dal Nomura Research Institute per quanto riguarda il Giappone sembrano inoltre molto più alti di quando già previsto dal professor Osborne per gli Estados Unidos (47% de automatización) y L 'Inglaterra (35%). “Si tratta ovviamente di un mero calcolo tecnico, assolutamente ipotetico”, ha comunque aggiunto il professor Wakao. “No tiene en cuenta los factores sociales."

Ma i cittadini giapponesi sembrano, dal canto loro, aver già abbracciato senza problemi l’inminente robo-evolución. Allevia da una parte infatti il preso della pressione economica su una nazione la cui popolazione si fa sempre più anziana, e dall’altra spinge i giovani a seguire carriere più creative ed appaganti.

Vía

Más noticias
Moto E7 Power y E7i Power son el nuevo nivel de entrada con súper batería